• Religious Tourism
    • Art & Culture

Chiesa di San Giuseppe

Una tra le chiese più decorate del centro storico varesino

Where
Piazza S. Giuseppe,21100, Varese, VA

La Chiesa di San Giuseppe nasce come oratorio della confraternita della Beata Concezione e del Gonfalone nel 1504, in una piccola piazza della contrada di Pozzovaghetto, allora sui confini del nucleo cittadino.

Assai diverso doveva essere a quel tempo il panorama del caseggiato, in cui la chiesa - malgrado le dimensioni ridotte - si innalzava al di sopra di case basse e irregolari, mentre ora si presenta quasi soffocata dagli edifici che le sono stati costruiti accanto. La "Fabbrica di San Giuseppe" ebbe tempi lunghi (nel 1609 si terminò il campanile e tra il 1611 e il 1617 vennero posati gli stalli del coro, l'iconostasi in legno e l'altare), anche perché nel 1589 si decise un ampliamento dell'edificio che assunse le dimensioni attuali. La facciata, realizzata già nel 1593, fu rifatta nel 1725 su disegno del varesino Giovanni Antonio Speroni nelle forme di un barocco sobrio e armonioso ed è stata restaurata nel 2003: dopo attente indagini stratigrafiche sull'intonaco e sul colore volte ad accertare la condizione conservativa e compositiva dell'impianto decorativo, si è scelto un intervento a carattere puramente conservativo rispettoso dello stato di fatto (si è infatti riscontrato un pesante e in alcuni casi radicale rimaneggiamento degli intonaci originali).

A nulla sono valse le indagini lungo il medaglione centrale sopra il portale di ingresso per la ricerca di possibili tracce dell'affresco raffigurante il santo titolare, opera di Pierto Antonio Magatti. La pianta dell'edificio è molto semplice: un'aula rettangolare con abside; come avviene solitamente per le chiese che in origine erano sede di confraternite, la chiesa pubblica è divisa dal coro riservato alla confraternita da un'iconostasi in legno (così era anche per la chiesa di Sant'Antonio prima della sistemazione del 1967) che si è conservata.

Tutta la chiesa è riccamente decorata di affreschi e stucchi, realizzati nel corso del Seicento e restaurati nel maggio 1992. La volta dell'aula, a lacunari, fu affrescata dal pittore varesino Giovan Battista del Sole (1658): sono settantadue angeli musici e cantori; sulla parete sinistra Antonio Rancati (seconda metà del sec. XVII) affrescò le storie di Adamo ed Eva: Adamo in preghiera, La cacciata dal Paradiso terrestre e Adamo dormiente fanno da cornice ad Adamo e il Padre nel Paradiso terrestre; gli affreschi sono separati da cornici di stucco dorato. Gli stemmi collocati alla base degli affreschi appartengono a due famiglie varesine, gli Alemagna e i Martignoni. Sulla parete destra i piccoli affreschi Adamo, Il peccato originale, Eva sovrastano il grande I progenitori nello stato di innocenza.

Il Rancati, apprezzabile per la cura con cui rende i particolari, soprattutto degli animali, è autore anche dei dipinti della parte inferiore della controfacciata sulla quale spiccano due statue in terracotta: San Tommaso (a sinistra) e San Bonaventura (a destra); queste e le altre statue in terracotta sono da datare agli inizi del sec. XVII ma non si riesce, allo stato attuale degli studi, a riconoscerne l'autore. Sopra all'ingresso gli affreschi Il Creatore e Il Trono divino circondato da angeli (scuola lombarda, sec. XVII). Sulla parete sinistra troviamo altre due statue in terracotta raffiguranti San Giovanni Apostolo e il re Davide e su quella destra, Sant'Andrea e San Giobbe. Sul lato sinistro, vicino al presbiterio, trova collocazione anche un olio su tela, San Giuseppe col Bambino, attribuito alla scuola di Giudo Reni (Bologna 1575-1642) e datato alla seconda metà del sec. XVII.

Al di là della balaustra in marmo policromo si trova il presbiterio. Sulla volta, di scuola lombarda e datati tra il 1650 e il 1653, gli affreschi con la Cacciata di Eliodoro dal Tempio, Elia trasportato in cielo sul carro di fuoco e La regina Attalia ordina lo sterminio della stirpe regale. Ai lati dell'altare, spiccano i due pulpiti in legno intagliato sorretti da due telamoni, in legno dipinto (sec. XVII). Sull'altare, pregevoli intagli in legno attribuiti a Bernardino Castelli (Velate, 1646-1725): la parte frontale del tabernacolo e le sette formelle sottostanti (legno intagliato e parzialmente dorato) con le storie della Vergine (da sinistra: l'Immacolata, L'incontro tra Anna e Gioacchino, la Presentazione al Tempio, la Nascita della Vergine, lo Sposalizio della Vergine, l'Annuncio a Gioacchino e, forse, Gioacchino di ritorno a Gerusalemme) il tutto databile, dai documenti, al 1702. Alle spalle dell'altare, si colloca l'iconostasi in legno intagliato a traforo con motivi geometrici e antropomorfi; sulla fascia, in caratteri dorati, la scritta ET IPSA CONTERET CAPUT TUUM (Gen.3 Ed ella ti schiaccerà il capo) in riferimento alla statua dell'Immacolata posta al di sopra dell'iconostasi, in legno dipinto e dorato e affiancata da due angeli musicanti (intorno al 1617 - statue restaurate nel 1995).

Ai lati del gruppo ligneo, si trovano due tavole dipinte a tempera ritoccata ad olio, raffiguranti due coppie di angioletti recanti una corona fiorita (sec. XVII). Nel novembre 2003, le parti lignee della zona dell'altare sono state soggette a un intervento di restauro che si è incentrato soprattutto su un'attenta e accurata operazione di pulitura che ha consentito la rimozione di materiali non compatibili usati in interventi precedenti: i risultati sono stati straordinari.

L'asportazione delle pesanti ridipinture ha fatto emergere una pregevole e curatissima policromia che ha confermato la raffinatezza della manifattura dell'intaglio oltre allo splendore delle formelle del gradino ligneo della mensa. Durante questi lavori, in accordo con la Soprintendanza e la Direzione dei lavori, si è giunti alla decisione di asportare la mensa esistente per consentire all'officiante di celebrare Messa secondo le norme liturgiche vigenti dal 1965 e disporre così di una nuova funzionalità liturgica. Il nuovo altare, i portacandele e l'ambone, che ben si armonizzano con il contesto esistente, sono opera dello scultore Angelo Maineri; realizzati con una fusione in bronzo poi cesellato e patinato, riproducono in modo realistico un albero di vite, ricco di simbologia per la fede cristiana. Oltre l'iconostasi c'è il coro; i ventisette pregevoli stalli in legno intagliato furono iniziati nel 1611 ma finiti, o rimaneggiati nel sec. XVIII.

Le pareti del coro furono affrescate da Giovan Battista Ronchelli (Cabiaglio, 1615-1788) con le storie di San Giuseppe (a sinistra: il Sogno di San Giuseppe, lo Sposalizio della Vergine e la Sacra Famiglia; a destra: la Fuga in Egitto e la Morte di San Giuseppe). Nella parete centrale, tra le due statue in stucco bianco e dorato di San Giuseppe e San Gioacchino, una tela raffigurante l'Immacolata Concezione (1619 circa) attribuita a Giulio Cesare Procaccini. La volta del coro fu affrescata da Melchiorre Gherardini detto il Ceranino (Milano 1607-1675) con Ester e Assuero, la Lotta tra Angeli e Demoni e Soldato al cospetto di due reali (scena non meglio identificata).

Al Ceranino è da attribuire anche l'affresco degli intradossi degli archi del coro e del presbiterio raffiguranti angioletti recanti oggetti liturgici e strumenti del lavoro artistico. Nella volta del coro, al di sopra della tela dell'Immacolata, si trova lo stemma della Confraternita della Beata Concezione e del Gonfalone realizzato in stucco bianco e dorato (sec.XVII-XVIII).

 
Take me here: Chiesa di San Giuseppe

See also

Varese

Varese

Located at the heart of a region rich in natural beauty, Varese earned the appellative of “Garden City”, thanks to the numerous green spaces which scatter and encircle its urban fabric.

Estense Gardens, Villa Mirabello and Civic Archaeological Museum

  • Ville e giardini
Estense Gardens, Villa Mirabello and Civic Archaeological Museum

Palazzo Estense

  • Art & Culture
Palazzo Estense

Piazza Monte Grappa

Piazza centrale della città di Varese dal caratteristico stile classicista
  • Art & Culture
Piazza Monte Grappa

Basilica di San Vittore

Entering the historical core, walking through the streets of the center you'll be enchanted by the vision of the Basilica
  • Religious Tourism
Basilica di San Vittore, Churches of Varese

Corso Matteotti

La via più famosa di Varese
  • Art & Culture
Corso Matteotti

Cloister of S. Antonino

One of the most historic places in the centre of Varese, known for the spring blossoming of azalee.
  • Art & Culture
Chiostro di Sant'Antonino - Varese

Villa Recalcati

Villa della prima metà del Settecento, è una delle più importanti testimonianze della cultura barocca
  • Ville e giardini
Villa Recalcati

Villa e Parco Toeplitz

  • Art & Culture
Villa e Parco Toeplitz

Castiglioni Museum

Un affascinante viaggio tra archeologia e etnologia, tra deserto e savana, tra mito e realtà
  • Art & Culture
Castiglioni Museum

Villa Torelli Mylius

  • Ville e giardini
Villa Torelli Mylius

Casa Museo Lodovico Pogliaghi

Una splendida raccolta di opere d'arte e reperti archeologici in mostra presso la dimora dell'autore della porta del Duomo di Milano
  • Art & Culture
Casa Museo Pogliaghi

Waterfalls | Varese Convention & Visitors Bureau

  • Active & Green
Cascate Varese

Chiesa di San Giuseppe

Una tra le chiese più decorate del centro storico varesino
  • Religious Tourism
Chiesa di San Giuseppe

From Varese to Campo dei Fiori

Segregated bike lanes, fishing villages and historic parks. On the roads of a memorable edition of the Road World Cycling Championships
  • Cycle Tourism
The Basilica of San Vittore in Varese

Path of the sun and path of the moon

  • Active & Green
Path of the sun and path of the moon

Lake Varese: the cycling route and footpath

  • Rivers
Lake Varese: the cycling route and footpath

Museo Baroffio e del Santuario del Sacro Monte sopra Varese | Varese Convention & Visitors Bureau

  • Art & Culture
Museo Baroffio e del Santuario del Sacro Monte sopra Varese | Varese Convention & Visitors Bureau

Lake Maggiore villages

La sponda lombarda del lago: relax e borghi
  • Rivers
Lake Maggiore villages

Sacri Monti in Piedmont and Lombardy

  • Unesco Sites
Sacro Monte di Varese

Sacro Monte Varese

  • Religious Tourism
@inlombardia - sacro monte varese

Sacro Monte of Varese

Perched on a hill with breathtaking views, Sacro Monte di Varese has been a UNESCO World Heritage site since 2003.
  • Unesco Sites
Suggestive view of the tenth chapel of Sacro Monte di Varese, with the arch in the foreground, reflecting the artistic and spiritual beauty of this UNESCO site

Santuario di Santa Maria del Monte

  • Religious Tourism
Santuario di Santa Maria del Monte

Belvedere Path

Luino: from the highlands of Lake Maggiore, passing through Colmegna, to Maccagno
  • Mountains
Belvedere Path

Varese: the old town

  • Lifestyle
Varese: the old town

Villa Baragiola

  • Ville e giardini
Villa Baragiola

Places

Basilica di San Vittore

Entering the historical core, walking through the streets of the center you'll be enchanted by the vision of the Basilica
  • Religious Tourism
Basilica di San Vittore, Churches of Varese
153 mt

Varese: the old town

  • Lifestyle
Varese: the old town
219 mt

Palazzo Estense

  • Art & Culture
Palazzo Estense
316 mt

Cloister of S. Antonino

One of the most historic places in the centre of Varese, known for the spring blossoming of azalee.
  • Art & Culture
Chiostro di Sant'Antonino - Varese
327 mt

The Gardens of Palazzo Estense

  • Active & Green
The Gardens of Palazzo Estense
361 mt

Estense Gardens, Villa Mirabello and Civic Archaeological Museum

  • Ville e giardini
Estense Gardens, Villa Mirabello and Civic Archaeological Museum
372 mt

The Cedar of Villa Mirabello

The majestic tree dominates the historic centre of Varese and leaves anyone standing under its imposing foliage speechless.
  • Art & Culture
The Cedar of Villa Mirabello
386 mt

Waterfalls | Varese Convention & Visitors Bureau

  • Active & Green
Cascate Varese
415 mt

Ville Ponti

An ancient residential complex owned by a Ponti’s family and now an efficient Congress Centre, property of Varese Chamber of Commerce.
  • Ville e giardini
Ville Ponti
921 mt

Villa Torelli Mylius

  • Ville e giardini
Villa Torelli Mylius
972 mt

Masnago Castle and Museum of Modern and Contemporary Art

  • Art & Culture
Masnago Castle and Museum of Modern and Contemporary Art
2.34 km

Castiglioni Museum

Un affascinante viaggio tra archeologia e etnologia, tra deserto e savana, tra mito e realtà
  • Art & Culture
Castiglioni Museum
3.06 km

Birrificio Angelo Poretti

  • Lifestyle
Birrificio Angelo Poretti
3.08 km

Villa e Parco Toeplitz

  • Art & Culture
Villa e Parco Toeplitz
3.32 km

Lake Varese: the cycling route and footpath

  • Rivers
Lake Varese: the cycling route and footpath
3.81 km

Induno Olona

Important in the past due to its numerous factories, Induno still retains a certain historical-industrial relevance today
  • Art & Culture
Induno Olona
3.81 km

Sacro Monte of Varese

Perched on a hill with breathtaking views, Sacro Monte di Varese has been a UNESCO World Heritage site since 2003.
  • Unesco Sites
Suggestive view of the tenth chapel of Sacro Monte di Varese, with the arch in the foreground, reflecting the artistic and spiritual beauty of this UNESCO site
4.96 km

Casa Museo Lodovico Pogliaghi | Varese Convention & Visitors Bureau

  • Art & Culture
Casa museo Pogliaghi
5.32 km

Sacri Monti in Piedmont and Lombardy

  • Unesco Sites
Sacro Monte di Varese
5.41 km

Sacro Monte Varese

  • Religious Tourism
@inlombardia - sacro monte varese
5.44 km

Events

The Gran Fondo Tre Valli Varesine On Road Competition

Varese
05/10/2024 - 06/10/2024
  • Cycle Tourism
The Gran Fondo Tre Valli Varesine On Road Competition
799 mt

Activities

Bike Tour around the Lakes of Comabbio and Varese

  • Cycle Tourism
Bike Tour around the Lakes of Comabbio and Varese
14.23 km

Where to sleep

B&B VARESE CENTRO

Varese
B&B VARESE CENTRO
77 mt

VARESE LOVELY STAY

Varese
VARESE LOVELY STAY
153 mt

REPUBBLICA DI OZ ROOMS AND APARTMENTS

Varese
REPUBBLICA DI OZ ROOMS AND APARTMENTS
209 mt

MEDIOEVO

Varese
MEDIOEVO
214 mt

HOTEL DI VARESE

Varese
HOTEL DI VARESE
241 mt

KIBILÙ VIA ORRIGONI

Varese
KIBILÙ VIA ORRIGONI
303 mt

CITY HOTEL

Varese
CITY HOTEL
326 mt

CRYSTAL HOTEL VARESE

Varese
CRYSTAL HOTEL VARESE
374 mt

ALBERGO RISTORANTE BOLOGNA SRL

Varese
ALBERGO RISTORANTE BOLOGNA SRL
415 mt

CASA RADIOSA

Varese
CASA RADIOSA
473 mt

KIBILU' VIA SAN PEDRINO

Varese
KIBILU' VIA SAN PEDRINO
500 mt

LA VECCHIA VARESE

Varese
LA VECCHIA VARESE
500 mt

HOTEL EUROPA

Varese
HOTEL EUROPA
503 mt

STAURENGHI FLORA

Varese
STAURENGHI FLORA
561 mt

STAURENGHI BLU

Varese
STAURENGHI BLU
561 mt

STAURENGHI AMARETTO

Varese
STAURENGHI AMARETTO
561 mt

FEELING AT HOME - VARESE APARTMENT

Varese
FEELING AT HOME - VARESE APARTMENT
599 mt

KIBILU' VIA MAGENTA

Varese
KIBILU' VIA MAGENTA
635 mt

KIBILÙ VIA MAGENTA 35

Varese
KIBILÙ VIA MAGENTA 35
639 mt

CASA VACANZE BELSORRISOVARESE

Varese
CASA VACANZE BELSORRISOVARESE
659 mt